info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Ottobre 2019
La rivista online di Legacoop Liguria

La donna nella cooperazione

A. Fougerousse, La donna nella cooperazione

da «La Cooperazione Italiana», 1° febbraio 1887.  

 

«Delegato dalla Federazione francese al Congresso di Milano, non ho veduta trattata una questione che noi consideriamo in Francia come capitale: il concorso delle donne nella cooperazione.

 

Io vidi nell’assemblea un ben piccolo numero di donne; ma non ho certamente il diritto – me ne guarderei bene – di concludere da ciò che le donne in Italia prendono poca parte alle vostre istituzioni cooperative. Permettetemi tuttavia di dirvi: fate un posto alle donne nelle vostre società, così che esse vi si affezionino e vi si consacrino.

 

Se infatti la donna non è favorevole alle cooperative, ne distoglierà a poco a poco il marito, si lamenterà ch’egli passa troppo tempo fuori, che egli consacra tutto il suo tempo disponibile nella cooperazione, invece di consacrarsi alla famiglia, alla moglie, ai suoi figli; gli dirà che questo tempo sarebbe meglio impiegato in lavori rimunerati che non in servizi gratuiti; e che il primo dovere di un uomo è di pensare a sé prima che agli altri. Che se questi ragionamenti non avessero effetti, la donna ne troverà altri […]. Qualunque siano i suoi argomenti e il suo procedere, siamo certi che la moglie raggiungerà il suo scopo perché essa agirà senza posa, insisterà colla pervicacia femminile e si aiuterà d’altra parte coi mille mezzi di persuasione che la donna possiede. Il marito finirà dunque col cedere, se non per convinzione pel supremo motivo di mantenere la pace in famiglia.

 

Se la donna è invece favorevole alla cooperazione, incoraggerà il marito ad occuparsene e gli sarà, per farne approfittare la cooperativa, il concorso del suo spirito, della sua esperienza, dei suoi giudizi e del suo tatto, generalmente così sottile e perspicace; e avverrà più volte che ella scorgerà delle lacune, dei difetti che sfuggirebbero all’uomo e infine non farà spese che al magazzino sociale, cui farà una propaganda attiva.

 

Abbiate dunque le donne per voi, e con voi esse assicureranno l’avvenire delle vostre creazioni cooperative».

 

Auguste Fougerousse (1838-1937), direttore del periodico «La France sociale», imprenditore nel settore dei lavori pubblici vicino agli ambienti del cattolicesimo sociale, dopo essersi occupato a lungo di credito popolare nel 1885 divenne Segretario generale della Federazione francese delle cooperative di consumo. Nell’ottobre 1886 prese parte a Milano ai lavori del congresso fondatore della Federazione nazionale delle cooperative italiane.

 

Per approfondire il tema: Fabio Fabbri (a cura di), L’audacia insolente. La cooperazione femminile 1886-1986, Venezia, Marsilio 1986.