info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Ottobre 2020
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Novembre 2017

1882 - 2017: i 135 anni della SOMS Castagna

“Camminiamo da 135 anni sul sentiero della fraterna solidarietà e non ci fermiamo…”

 

Questo recitano le targhe celebrative consegnate in occasione del 135° anniversario dalla costituzione della Società Operaia di Mutuo Soccorso Castagna l’8 ottobre scorso.

 

La celebrazione, che si è tenuta presso la sede della Soms a Genova Quarto, ha visto la partecipazione di  molti soci, abitanti del quartiere, altre Società di Mutuo Soccorso ed associazioni e l’intervento del Ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Deputato Mario Tullo, del Consigliere comunale Mario Baroni e del Presidente di Legacoop Liguria Gianluigi Granero.

 

Tale ricorrenza è stata l’occasione per ripercorrere l’importanza storica e sociale delle Società di Mutuo Soccorso in generale e, in particolare, della SOMS Castagna.

 

Fondata nel lontano 1882, la Società di Mutuo Soccorso è passata attraverso Regno d’Italia, Fascismo, prima e seconda Repubblica .

La sua nascita voleva essere una risposta alle esigenze manifestate dal mondo operaio e contadino: la necessità di unirsi per sopravvivere, per soccorrersi a vicenda in assenza di alcun tipo di previdenza, soprattutto in campo socio-sanitario.

Finalità che erano una speranza per le quali valeva la pena di lottare.

 

Il traguardo raggiunto dalla SOMS Castagna è molto importante e non scontato alla luce, soprattutto, delle norme emanate nel 2012, volte a regolamentare le vecchie Società di Mutuo Soccorso operaie e contadine, con l’introduzione di alcuni adempimenti per tutelare queste società ed i loro patrimoni immobiliari, che reggono comunque sul volontariato e su soci sempre più anziani.

 

Seppur in parte modificato negli anni, il ruolo della Soms Castagna resta ancora oggi importantissimo per il quartiere e per i suoi soci: “un presidio di sussidiarietà sociale e relazionale” come la definisce il Presidente Franco Compagnino.