info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Novembre 2022
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Marzo 2021

Legge di Bilancio 2021, le agevolazioni fiscali previste con “BONUS CASA” vengono riconfermate

Con l’ultima Legge di Bilancio in vigore dal 1°gennaio 2021, le agevolazioni fiscali previste con “BONUS CASA” vengono riconfermate anche per l’anno corrente, anche con l’introduzione di qualche novità. Ma vediamo nel dettaglio quali i benefici e le detrazioni fiscali previsti:

  • Bonus ristrutturazione: questa sicuramente la riconferma più attesa dai contribuenti per la detrazione fiscale del 50% qualora si effettuino lavori di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia in condominio o in immobili privati, per tutti gli interventi eseguiti fino al 31 dicembre 2021.

Il contribuente assoggettato all’IRPEF o IRES potrà portare in detrazione fiscale il 50% delle spese sostenute, mediante c.d. bonifico parlante, entro il limite massimo di 96.000 euro, suddividendo l’importo totale della detrazione spettante, in 10 quote annuali di pari importo. Di tale detrazione potrà beneficiare non solo il proprietario dell’immobile ma anche l’usufruttuario, il locatario o comodatario, il socio di cooperative divise ed indivise, l’imprenditore e i soci di società di persone ma solo per immobili che non rappresentino beni strumentali dell’impresa. Per quanto riguarda l’elenco delle spese ammesse alla detrazione del 50% e l’individuazione dei lavori oggetto di detrazione sarà necessario far riferimento alla guida pubblicata dall’Agenzia delle Entrate.

  • Ecobonus: questa, invece, l’agevolazione che prevede una detrazione o sconto variabile al 65% o al 50% per coloro che effettuino interventi di risparmio energetico per un massimo di spesa pari ad Euro 100.000,00 per gli interventi di riqualificazione energetica, Euro 60.000 per interventi sull’involucro dell’edificio e installazione di pannelli solari, Euro 30.000 per la sostituzione di impianti di climatizzazione, da suddividere sempre in 10 anni.

La percentuale di detrazione maggiore o minore varia a seconda del tipo di intervento in termini di effettivo risparmio energetico e minor impatto ambientale, da valutare caso per caso.

Bonus facciate: consiste in una detrazione del 90% degli importi sostenuti, senza limiti massimi di spesa, per il rifacimento delle facciate esterne degli edifici e per tutti gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, anche per i beni immobili strumentali all’impresa.

Potranno beneficiare della detrazione fiscale, sempre tutti i soggetti IRPEF titolari di redditi da lavoro dipendente ed i titolari di partita IVA, così come soggetti IRES. Tra i soggetti beneficiari rientrano inoltre anche gli inquilini di immobili in affitto.

  • Bonus mobili ed elettrodomestici: questo bonus prevede la possibilità di detrarre il 50% delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2021, fino ad un massimo di 16.000 euro, qualora siano stati effettuati lavori di ristrutturazione e contestualmente acquistati complementi di arredo e/o grandi elettrodomestici di classe energetica pari o maggiore di quella in “A+” e “A, necessari per arredare l’immobile ristrutturato.
  • Bonus verde, è invece la detrazione fiscale del 36% riconosciuta ai contribuenti per le spese sostenute fino ad un massimo di Euro 5000,00 che mira alla sistemazione e alla riqualificazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, quali giardini e balconi, comprese le pertinenze, le recinzioni, gli impianti di irrigazione, la realizzazione di pozzi, le coperture a verde e i giardini pensili e che comportino la sistemazione a verde ex novo o al rinnovamento dell’esistente.
  • Bonus idrico, novità introdotta con l’ultima manovra finanziaria ed è un incentivo di 1000 euro previsto per le famiglie e di ben 5.000 euro per i pubblici esercizi, per la sostituzione di rubinetti, soffioni doccia e sanitari utili e funzionali al risparmio di acqua.
  • Bonus 50% per i generatori di emergenza a gas, altra novità sempre in ottica di risparmio energetico e tutela ambientale, è la detrazione del 50% spettante per gli interventi di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione.
  • Discorso a parte invece, per il Superbonus 110% la cui trattazione merita un approfondimento più particolare con una nota esclusivamente dedicata, in ragione della complessità della disciplina per poterne beneficiare.

Nella speranza che detta nota risulti gradita e di interesse, lo scrivente studio resta a disposizione per eventuali chiarimenti ed approfondimenti dovessero necessitare in merito e per offrire la propria assistenza e consulenza legale sul punto.

A cura Avv. Elisa Somaglia - Studio Legale Ivaldi