info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Novembre 2022
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Novembre 2022

Nuovo aiuto: «Generazione Terra»

Non appena la Commissione UE rilascerà la decisione sul regime di aiuto, in corso di notifica, sarà possibile presentare la domanda per accedere al nuovo intervento fondiario Ismea dedicati ai giovani: «Generazione Terra». Il nuovo strumento, in forte sinergia con gli obiettivi di ricambio generazionale della Pac, avrà a disposizione 60 milioni di euro, di cui 25 per i giovani già insediati, 25 per i nuovi imprenditori con esperienza e 10 milioni di euro per quelli con titolo.

La novità sostanziale di «Generazione Terra» è l’ampliamento della platea dei beneficiari ammissibili, con l’individuazione di 3 diverse categorie che possono fruire dei contributi pubblici per l’acquisto di terreni:

● i giovani imprenditori agricoli di età non superiore a 41 anni non compiuti già insediati che esercitano l’attività da almeno 2 anni alla data di presentazione della domanda;

● i giovani non ancora insediati con età non superiore a 41 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda dotati di esperienza che intendono avviare una propria iniziativa imprenditoriale in ambito agricolo;

● i giovani non ancora insediati con un’età non superiore a 35 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda, dotati di titoli di studio in materia agraria, economica o scientifica che intendono avviare una propria iniziativa imprenditoriale, acquistando un terreno agricolo.

L’operazione fondiaria consiste nell’acquisto delle superfici agricole da parte di Ismea con un pagamento in un’unica soluzione e il trasferimento al giovane beneficiario che si impegna a rimborsare la somma dovuta entro un intervallo di tempo compreso tra 15 e 30 anni, di cui al massimo 2 di preammortamento, concessi su richiesta del beneficiario e a discrezione dell’Istituto. L’ammortamento è previsto mediante il pagamento di una rata costante, semestrale e posticipata. Il valore massimo del finanziamento è pari a 1,5 milioni di euro per le prime 2 categorie di beneficiari indicate e a 500.000 euro per i giovani con titolo di studio. Il rimborso delle rate ha luogo mediante addebito diretto SEPA core o modalità analoga che assicuri l’Ismea che il pagamento ha comunque luogo, anche senza l’iniziativa del debitore. Il beneficiario dell’operazione dovrà liquidare direttamente, in unica soluzione, il 50% degli oneri notarili dovuti per gli atti di acquisto e di riassegnazione del terreno. È previsto anche un rimborso spese forfettario per le attività di stima del terreno oggetto dell’operazione pari a 500 euro. La somma deve essere liquidata ad Ismea prima della chiusura dell’operazione.