info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Novembre 2022
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Marzo 2022

PNRR - IN ARRIVO 400 MILIONI DI EURO PER LA CREAZIONE DI IMPRESE FEMMINILI

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2022, il decreto 24 novembre 2021 del Ministero dello Sviluppo Economico recante le disposizioni per il sostegno finanziario a valere sulle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) degli interventi previsti dall'investimento 1.2 «Creazione di imprese femminili» del medesimo Piano.
Nello specifico il decreto è volto a consentire la realizzazione dell'investimento 1.2 «Creazione di imprese femminili», previsto nella Missione 5 «Inclusione e coesione», Componente 1 «Politiche per l'occupazione» del PNRR attraverso gli interventi del Fondo impresa femminile, della misura NITO-ON e della misura Smart&Start Italia e detta, ai predetti fini, le necessarie indicazioni per il sostegno finanziario a valere sulle risorse del PNRR degli interventi attivati nell'ambito delle predette misure.
L'ammontare delle risorse del PNRR destinate all'investimento «Creazione di imprese femminili», pari a complessivi euro 400 milioni di euro.
I restanti 40 milioni di euro verranno impiegati per l'attuazione di misure di accompagnamento, monitoraggio e campagne di comunicazione, con la possibilità di attivare sinergie - anche in forma di concorso finanziario su progetti di comune interesse - con gli interventi per la diffusione della cultura e la formazione imprenditoriale femminile.
Una quota delle risorse rimanenti, pari 1,2 milioni di euro, sarà utilizzata dal Dipartimento per le pari opportunità per la realizzazione di campagne pluriennali di informazione e comunicazione.
Come previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, anche per l'investimento rivolto all'imprenditoria femminile vale la regola del 40%: il 40% delle risorse assegnate per gli interventi è destinato al finanziamento di progetti da realizzare nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Con successivi provvedimenti del Ministero, per ciascuna delle misure previste nel decreto saranno fornite le disposizioni di dettaglio in merito ai pertinenti obblighi in capo alle imprese beneficiarie e alle verifiche operate dal soggetto gestore, anche tenuto conto delle istruzioni tecniche impartite dal Servizio centrale per il PNRR presso il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato e della disciplina adottata dalle competenti strutture di Governance del Piano.

Per scaricare il testo del decreto clicca qui.