info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Novembre 2022
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Gennaio 2021

Potenziato il credito d'imposta formazione 4.0

La legge di Bilancio 2021 ha modificato la disciplina dei crediti d'imposta R&S, innovazione e formazione 4.0 previsti dall'art. 1, c. 198 e seguenti L. 160/2019. La proroga degli incentivi per un altro biennio (sino al 2022) è sicuramente la notizia più attesa e fornisce stabilità e certezza per un periodo di tempo sufficiente a programmare investimenti e attività. Per il credito R&S e innovazione sono aumentate le aliquote agevolative e l'importo massimo spettante a ciascuna impresa. Le nuove aliquote saranno:
- ricerca e sviluppo, nella misura del 20% (prima era il 12%) dei costi, nel limite massimo di 4 milioni di Euro, non più 3;
- innovazione tecnologica, nella misura del 10% (prima era il 6%) dei costi, nel limite massimo di 2 milioni, non più 1,5;
- design e ideazione estetica, nella misura del 10% (prima era il 6%) dei costi, nel limite massimo di 2 milioni, non più 1,5;
- innovazione tecnologica finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati per il raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0, nella misura del 15% (prima era il 10%) dei costi, nel limite massimo di 2 milioni, non più 1,5.
È previsto l'obbligo di asseverazione della relazione tecnica per le attività di R&S o innovazione svolte.
Lo stesso comma 1064, alle lett. i) e l), ha potenziato il credito d'imposta per la formazione del personale dipendente finalizzata all'acquisizione o al consolidamento delle competenze nelle tecnologie rilevanti del Piano nazionale Impresa 4.0. La misura, rivolta a tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, si calcolava in percentuale unicamente sulle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore di formazione. In particolare, era riconosciuto in misura del:
- 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di € 300.000 per le piccole imprese;
- 40% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 per le medie imprese;
- 30% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 le grandi imprese.
La L. 178/2020 ha ampliato notevolmente i costi ammissibili al credito d'imposta ammettendo tra i costi ammissibili tutti quelli previsti dall'art. 31, c. 3, del Regolamento UE n. 651/2014 quali:
- spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
- costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, come spese di viaggio e di alloggio, materiali e forniture direttamente attinenti al progetto, ammortamento di strumenti e attrezzature;
- costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
- spese di personale relative ai partecipanti alla formazione;
- spese generali indirette (locazione, amministrative, generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.