info legacoop liguria

info legacoop liguria
logo info legacoop liguria
news sito aggiornato a Agosto 2021
La rivista online di Legacoop Liguria
Ed. Agosto 2021

Rinnovo CCNL "Per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi"

Il 9 Luglio 2021 è stata sottoscritta da Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Lavoro e Servizi, Agci Servizi Lavoro, Anip-Confidustria e Unionservizi Confapi - per la parte datoriale - e Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti Uil per quella sindacale, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Multiservizi.

Vigenza e parte economica
Decorrenza e Durata: 1° luglio 2021- 31 dicembre 2024
Se non disdettato entro tre mesi, si intende rinnovato di anno in anno. In caso di disdetta produce comunque effetti economici in base all’indice IPCA.
Gli effetti economici proseguiranno anche in caso di mancato rinnovo per gli anni successivi in base all’indice IPCA.
Gli aumenti minimi contrattuali sono stati determinati, sulla base degli incrementi dell’indice ISTAT denominato “IPCA al netto degli energetici”.
L’incremento dei minimi contrattuali del 2^ livello è pari a complessivi 120 euro lordi per il periodo di vigenza contrattuale 2021-2024 così ripartiti:

1° luglio 2021 euro 40 lordi

1° luglio 2022 euro 20 lordi

1° luglio 2023 euro 30 lordi

1° luglio 2024 euro 20 lordi

1° luglio 2025 euro 10 lordi*
* Nel mese di giugno 2025, le parti procederanno ad effettuare una verifica circa l’eventuale scostamento fra l’indice IPCA al netto degli energetici considerato alla data della stipula e il relativo indice IPCA effettivamente registrato nel periodo. Nel caso in cui l’importo relativo all’adeguamento dell’IPCA, calcolato sulla base di una inflazione complessiva del periodo 2021-2024 pari a 3,9 %, risultasse differente rispetto agli importi degli incrementi complessivi calcolati con l’indice IPCA effettivamente consuntivato nel periodo 2021-2024, gli importi contenuti nella tabella 1° luglio 2025 verranno coerentemente modificati. In considerazione del lasso di tempo intercorso dall’ultimo rinnovo contrattuale e tenendo conto dei criteri di indicizzazione dei minimi contrattuali adottati in occasione del presente rinnovo, nel caso in cui il confronto fra l’indice IPCA considerato e quello consuntivato dovesse, invece, risultare negativo, l’eventuale recupero delle eccedenze sarà effettuato sugli incrementi retributivi che saranno definiti in occasione del rinnovo del CCNL.